L’infanzia? Ormai è inutile

Se qualcuno ieri ha comprato Repubblica forse se ne sarà accorto. In uno schema di sintesi  dell’articolo sui bambini che nasceranno nel 2011 è nascosta la vera notizia: in un futuro non troppo lontano si andrà a scuola a tre, dico tre, anni. Attenzione: la subdola informazione è leggibile solo nella versione cartacea del giornale.

Mentre tutto il Web ha ripreso l’articolo per via del pericolo obesità e delle pensioni che saranno sempre più lontane (argomenti di cui, per altro, si parla già da tempo), nessuno ha fatto caso ad un minuscolo trafiletto dove è celato il vero attacco all’infanzia, quello che si sta cercando di perpetrare da anni nel silenzio: la scolarizzazione precoce.

Ora lo scenario che si apre secondo me è il seguente: il nido diventa il nuovo asilo, l’asilo probabilmente scomparirà per far posto ad una scuola che inizia a quattro e, in seguito, a tre anni. Capite? Che cosa stiamo a perder tempo, l’infanzia è ormai inutile, bisogna produrre da subito e il più possibile. Non basta nemmeno più limitarsi a far nascere consumatori (di pannolini, latte artificiale, asili nido), bando alle ciance, via ai mini-manager, via alle rivalità sui voti fin dalla tenerissima età, all’apprendimento delle seconde e terze lingue, come se non fosse già un miracolo che un esserino di uno o due anni si sia messo in piedi e abbia iniziato a dire mamma e papà. Che dire? Sarò tonta, ma per me questi sono ancora miracoli.

Chi pensa che stia esagerando, deve sapere che in Svizzera è già in discussione un disegno di legge per rendere obbligatorio l’ingresso a scuola a quattro anni.

No, non ci sto. Cari amici di buon senso, care persone che hanno ancora a cuore il futuro dei bambini, nostri e altrui, parliamone. Diamo vita ad un dibattito, facciamo qualcosa, organizziamo, che so, un convegno. Ci penserò su e avremo modo di riparlarne, che ne dite? Buon 2011…

Annunci

Informazioni su tatagioiosa

Dentro di me sono sempre stata una tata, fin da bambina quando accudivo e cullavo le bambole come se fossero vere. Nel frattempo ho girato il mondo, ho scritto e letto tanto per lavoro e per passione, ho cresciuto e sto crescendo figlie insieme ad uomo davvero speciale. La tata che è in me mi ha portato su una nuova strada, fatta di asili, filastrocche, gesti sensati, lontani dalla quotidianità come la conosciamo tutti.
Questa voce è stata pubblicata in Scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’infanzia? Ormai è inutile

  1. Palmy ha detto:

    Vorrei invitarti all’iniziativa Love of learning, a presto!
    Ti linko sul mio blog, scusa se non l’ho fatto finora…

  2. Alchemilla ha detto:

    Tutto gira in funzione del fatto che si deve lasciare tempo ai genitori di non fare i genitori, siccome asilo nido e scuola materna costano troppo per poi potersi permettere tutto il superfluo per cui si va (principalmente e parlando in generale) a lavorare allora ci si inventa una scuola che, per lo schifo che fa quella già esistente, mi chiedo come possa essere…E soprattutto mi chiedo cosa diventeranno le scuole medie se si inizia a studiare già a tre anni!
    Mi auguro sia una sparata ma se non lo fosse sto con te per combattere!

    Sono stata un po’ dura? Forse sì ma sono MOLTO demoralizzata in questi giorni pensando alla scuola.

    Ti auguro Buon Anno!
    A presto!

    • tatagioiosa ha detto:

      Grazie Alchemilla, e Buon Anno a te! Mi piace la tua indignazione: ormai non ci si meraviglia più di nulla e tutto passa nel silenzio, soprattutto quando si parla di bambini, tanto loro non possono scegliere…
      Mi fa piacere notare che c’è un bel fermento attorno all’educazione, anche se i media ignorano Internet o lo citano solo quando gli fa comodo. Parlo, ad esempio, di quelli che coraggiosamente fanno la scuola in casa, oppure di chi sperimenta sistemi pedagogici diversi da quello ufficiale; sistemi che, pur con luci ed ombre, sono sempre una voce fuori dal coro ed una forma di attenzione speciale all’infanzia in un mondo che non ne ha, o che, peggio ancora, strumentalizza i bambini in mille modi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...