Mom o non Mom?

Ho ricevuto una email per ogni casella di posta che posseggo, nella quale si promuoveva un evento che avrà luogo a Milano il prossimo 24 settembre. Si tratta del MomCamp, una sorta di happening fra mamme blogger, con tanto di illustri sponsor.

Be’, sarò bastiancontrario, ma qualcosa non mi piace in questo genere di situazioni. Insomma, a parte gli intenti commerciali più o meno palesi della faccenda, è come se le donne che diventano mamme, da un certo momento della loro vita fossero sempre e solo quello.

Io dico: riappropriamoci del nostro essere donne, di più, semplicemente persone, ognuna con i propri gusti, le proprie manie, i propri piaceri, tutti differenti, come è logico che sia, visto che gli esseri umani sono tutti diversi.

Insomma, continuiamo ad interessarci degli argomenti che ci coinvolgono, ma non per questo identificandoci totalmente con essi ed entrando a far parte di una categoria, cosa che ci rende molto più manipolabili e gestibili.

Siamo mamme, donne, persone, sognatrici o razionali, fredde o appassionate, viaggiatrici o stanziali e così via. Ma tutto in un’unica splendida persona.

Annunci

Informazioni su tatagioiosa

Dentro di me sono sempre stata una tata, fin da bambina quando accudivo e cullavo le bambole come se fossero vere. Nel frattempo ho girato il mondo, ho scritto e letto tanto per lavoro e per passione, ho cresciuto e sto crescendo figlie insieme ad uomo davvero speciale. La tata che è in me mi ha portato su una nuova strada, fatta di asili, filastrocche, gesti sensati, lontani dalla quotidianità come la conosciamo tutti.
Questa voce è stata pubblicata in La giornata e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Mom o non Mom?

  1. maaleesh ha detto:

    Io, purtroppo, sono una di quelle che e’ solo mamma. Lo dico con un certo rammarico. Sara’ perche’ non ho nessun aiuto qui, essendo completamente sola, sara’ che mi sono ritrovata mamma dopo tanti anni e tanta fatica e tanto aiuto medico, ma non sono riuscita a ri-tirar fuori la donna. Tutto cio’ che faccio e’ in funzione di piccoletta. Forse perche’ dentro di me scatta il pensiero “lei non voleva manco venire, l’ho voluta tanto, ora devo essere per lei”.
    Conto di riuscirci, pero’. Anche perche’ non fa bene a nessuno di noi. Me ne rendo conto. E le tue parole mi aiutano.
    @Geillis, io non ho avuto figli per 15 anni. La pensavo proprio come te, non capivo le solo-mamme. Ora che ne ho una, mi meraviglio di me stessa proprio perche’ non mi capisco.

  2. Geillis ha detto:

    Sai che ogni tanto anch’io penso la stessa cosa, quando leggo alcuni blog? Sarà che io bimbi non ne ho, purtroppo, e magari non posso capire chi ne ha…però mi sembra che aver messo da parte il proprio essere donna per essere tutta mamma, non sia una cosa bella. Quando un uomo diventa padre, non diventa solo quello, rimane quello di prima con in più il figlio, mentre una donna diventa mamma e basta. capisco che i figli siano una cosa che prende una bella fetta del proprio tempo e della propria vita, ma ho delle amiche che riescono a far convivere benissimo i figli, il marito, il lavoro, con un minimo di vita personale, chessò, una visita al museo, una mostra, una passeggiata per shopping

  3. Ziamame ha detto:

    Approvo tutto… e firmo!!!

    Un bacione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...