Il Capunet, ovvero il cavolo verza alla piemontese

Questo è il Capunet:

Il capunet della Trattoria Moderna Il Simposio di Ivrea

Il capunet della Trattoria Moderna Il Simposio di Ivrea

Si tratta di un piatto tipico piemontese a base di cavolo verza che, nello specifico, ho assaggiato alla Trattoria moderna Il Simposio, a Ivrea. E’ un bellissimo ristorante che ripropone i piatti tradizionali con un cenno di modernità, tutto sapientemente elaborato con ingredienti locali di prima qualità. In questo caso, ad esempio, il cavolo verza è di Montalto Dora, un paese della provincia di Torino.

Viviana Presbitero, Trattoria moderna Il Simposio, Ivrea

Viviana Presbitero, Trattoria moderna Il Simposio, Ivrea

Vi propongo la ricetta così come me l’ha fornita lo chef Viviana Presbitero, la raffinata signora qui a lato che ha aperto il locale nel 2009.

I tavoli apparecchiati in giallo mimosa e rosso carnevale erano una poesia. Eccoli:

Tavola di carnevale alla Trattoria moderna Il Simposio di Ivrea

Tavola di carnevale alla Trattoria moderna Il Simposio di Ivrea

Capunet (foglia di cavolo verza di Montalto ripiena)

Ingredienti per 6 persone:

6 foglie di cavolo verza di Montalto

500 g di arrosto di vitello di buona qualità (grasso e magro)

200 g di cavolo verza di Montalto

70 g di parmigiano

50 g di uvetta sultanina

erbe aromatiche: timo, rosmarino e maggiorana

2 uova

Procedimento:

Cuocere l’arrosto di vitello lentamente come d’abitudine, a metà cottura aggiungere il cavolo. Salare e pepare.

Tritare tutto finemente. Aggiungere le uova, il parmigiano, l’uva sultanina precedentemente ammollata nel vino bianco e le erbe aromatiche a piacere.

Sbollentate le foglie di cavolo al dente, private della costa centrale.

Farcite con il ripieno, mettete i capunet in forno a 200° per 8-10 minuti.

Servirli subito caldi, anche su una vellutata di zucca.

Annunci

Informazioni su tatagioiosa

Dentro di me sono sempre stata una tata, fin da bambina quando accudivo e cullavo le bambole come se fossero vere. Nel frattempo ho girato il mondo, ho scritto e letto tanto per lavoro e per passione, ho cresciuto e sto crescendo figlie insieme ad uomo davvero speciale. La tata che è in me mi ha portato su una nuova strada, fatta di asili, filastrocche, gesti sensati, lontani dalla quotidianità come la conosciamo tutti.
Questa voce è stata pubblicata in Cucina semplice e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il Capunet, ovvero il cavolo verza alla piemontese

  1. Geillis ha detto:

    L’unico impedimento per questa bellissima ricetta, è che non ho mai fatto un arrosto, che vergogna…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...