Jovanotti, il folletto che piace ai bambini

Lorenzo negli stadi 2013, ticketone.itIn tutte le città d’Italia sono iniziati ad apparire i manifesti del tour 2013 di Jovanotti. “Lorenzo negli stadi” inizierà il 7 giugno ad Ancona e si concluderà il 20 luglio a Cagliari.

I biglietti costano fra i 40 e i 60 euro circa. Prezzi non proprio popolari, quindi, ma c’è da scommetterci che ci sarà il pienone. Altrimenti non si spiega perché li venderebbero già da adesso.

Ma qual è il segreto di Lorenzo Cherubini? Non certo una voce intonatissima (anche se molto personale) o capacità autorali fuori dalla norma. Il segreto, secondo me, è che se la cava un po’ in tutto mettendoci, però, tanto tanto di quel quid che la maggior parte degli artisti (e delle persone in generale) fatica ad esprimere: se stesso.

Insomma Lorenzo piace e, fateci caso, piace molto anche ai bambini. I bambini si accorgono bene se qualcuno si mette in gioco oppure no. Non se sia una persona buona, nel senso tradizionale del termine, o se faccia cose proprio adatte a loro. Si accorgono, però, se qualcuno sta cercando davvero di esporsi con tutte le sue capacità. Quindi, tutti a cantare “Sono un ragazzo fortunato”, “Bella”, o “Stella cometa”; un folletto un po’ dinoccolato ballerà nel loro immaginario e avrà portato a termine una mission impossible: far cantare spensierati i figli insieme ai genitori.

Annunci

Informazioni su tatagioiosa

Dentro di me sono sempre stata una tata, fin da bambina quando accudivo e cullavo le bambole come se fossero vere. Nel frattempo ho girato il mondo, ho scritto e letto tanto per lavoro e per passione, ho cresciuto e sto crescendo figlie insieme ad uomo davvero speciale. La tata che è in me mi ha portato su una nuova strada, fatta di asili, filastrocche, gesti sensati, lontani dalla quotidianità come la conosciamo tutti.
Questa voce è stata pubblicata in Comunicare e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Jovanotti, il folletto che piace ai bambini

  1. Geillis ha detto:

    Mi ricordo che lo seguivo nel lontano 1988, quando faceva il dj a Radio Dj e conduceva su Dj Television una classifica: all’epoca gli scrissi dieci lettere (sorteggiavano una lettera al giorno, con una personale classifica di 10 canzoni, c’era un premio e mandavano in onda una delle canzoni). Credo di averlo seguito tutti i giorni, alle 15.00, per almeno un anno, un appuntamento fisso. Era un dj sconosciuto, non si sapeva neanche il suo vero nome, però si capiva che era bravo e molto istrionico, cantava, rappava e improvvisava, un uragano. Poi si presentò a Sanremo e via dicendo…ovviamente sto parlando di una vita fa, ero al primo anno di Università, figuriamoci, ma mi ricordo che il mio cuginetto di 10 anni impazziva per lui, tanto che gli regalai per Natale il primo Walkman con la cassetta di del primo lp di Jovanotti. Sia io che lui abbiamo nel frattempo cambiato gusti, però mi piace ricordare quei pomeriggio passati ad ascoltarlo in radio, quanto tempo mi hanno fatto passare…grazie per avermi fatto affiorare questi ricordi che pensavo ormai sepolti!

    • tatagioiosa ha detto:

      Che ridere, ai tempi di “Give me five, all right”… Mi hai fatto ricordare che lo vidi una volta mentre faceva il Dj in un locale di Roma, quando ancora non lo conosceva nessuno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...